Punti tricot: Righe di maglie lunghe

Posted on agosto 5, 2015

1


tricot.maglie-allungate.37

tricot.maglie-allungate.33 tricot.maglie-allungate.29

Questo è uno dei punti a maglia più semplici e insieme più utili che mi siano capitati davanti! Di grande effetto, facilissimo da fare, veloce, leggero. Una combinazione che capita di rado🙂 Ovviamente con i filati e i modelli giusti (il risultato è tipo rete)… A me piace d’estate in versione rustica con colori naturali per gilet e maglie di lino, ma lo proverò anche per l’inverno, per fare sciarpe e stole spumose con i filati merino scuri o  pastello.

E’ talmente semplice che non c’è molto da dire: basta alternare qualche riga a maglia rasata (diritto o rovescio) con una riga a maglie allungate.

Per fare una maglia allungata: posso lavorarla a diritto o rovescio a seconda dello schema scelto. Avvolgo (“getto”, per la precisione) una o più volte il filo sul ferro “nuovo” (il destro nel mio caso) e poi lavoro una maglia a diritto (o a rovescio) nella mia maglia di base. Poi al ferro successivo lascio cadere i gettati senza lavorarli, e lavoro normalmente la maglia a diritto (o rovescio) del giro precedente. Così si ottiene una maglia più lunga delle altre.

tricot.maglie-allungate.5

1°) Getto il filo intorno al ferro un certo numero di volte (due, nella foto)

tricot.maglie-allungate.8

Poi nella mia maglia di base lavoro un rovescio (nella foto) o un diritto a seconda dello schema scelto (in questo esempio, maglia rasata)

tricot.maglie-allungate.13

2°) Al ferro successivo lascio cadere, cioè li tiro giù dal ferro senza lavorarli, i gettati della riga precedente, e lavoro invece normalmente la maglia a diritto o a rovescio; dove ho lasciato cadere i gettati ottengo una maglia allungata

tricot.maglie-allungate.16

“Allungando” tutte le maglie del ferro, ottengo una riga “effetto rete”

Le combinazioni di punti con maglie allungate costituiscono un capitoletto di ogni manuale di maglia o raccolta di punti; stavolta voglio fare il gilet di lino del prossimo post, e mi serve un punto rapido, sennò il gilet lo metto l’anno prossimo🙂 , e che valorizzi il particolare filato naturale (che adoro e che ha una sua certa “crudezza” molto piacevole). Dopo alcune prove, ho optato per la seguente versione perché mi sembra la più veloce e comoda da lavorare, e l’effetto finale è comunque quello che voglio, rustico e forato ma non troppo.

Righe allungate “più veloci”:

lavoro alternando 3 righe a maglia rasata a diritto e 1 riga a maglie allungate a rovescio (avvolgendo il filo due volte per ogni maglia allungata. Nella riga successiva a diritto lascio cadere le maglie gettate senza lavorarle). Inizio e concludo la riga a maglie allungate con un rovescio.

tricot.maglie-allungate.avvio

Avvio il lavoro (nell’esempio un campione di 40 maglie)

tricot.maglie-allungate.1

Lavoro tre ferri a maglia rasata

tricot.maglie-allungate.4

Lavoro il quarto ferro a maglie allungate (come nelle foto sopra). Inizio (e termino) la riga a maglie allungate con un rovescio, lasciato morbido

tricot.maglie-allungate.27

Proseguo così fino a termine lavoro, ricordandomi di non lavorare e lasciare sempre cadere i gettati dei ferri a maglie allungate.

Due o tre note

I gettati: l’ originale, che avevo trovato su un vecchissimo manuale tanto tempo fa, prevedeva tre gettati per punto, però mi diventava più scomodo tendere il filo nel terzo avvolgimento. Due gettati per me è ideale.

Prima e ultima maglia del ferro: inizio e concludo il ferro a maglie allungate con un rovescio. Ho provato anche a iniziare e concludere con i gettati, ma per me funziona meno.

Il filato: il filato 100% lino (in colore naturale nelle foto) è il Puro Lino di Silke, mentre per il campione (colore marrone) ho usato un vecchio avanzo che avevo in casa.