Maglia a filet con applicazioni

Posted on agosto 28, 2014

1


maglia-filet_scollo-tondo_mercerialauratre

maglia-filet_fiori-croche_mercerialauratre maglia-filet_uncinetto

La lavorazione a filet è molto semplice, abbastanza veloce e versatile: si può usare come base per pizzi e capi tradizionali, ma anche per borse, coperte e maglie superfantasiose; questa maglietta è realizzata a rete in un filato moda, e la parte divertente arriva con le rifiniture: foglie, fiori, e festoni (mi piace soprattutto lo scollo tondo a smerli).

Occorrente: ca 400 gr di filato fantasia misto cotone molto morbido per ferri 3,5 – 4 (50 gr ca 90 mt); quello che ho usato non si trova più, perciò segno solo la composizione (40% cotone, 35% acrilico, 22% poliammide, 3% poliestere). Potrei sostituirlo con il filato a più colori Futura gptex (cotone e viscosa). Uncinetto n. 3 o 3,5, filo di lamé colorato per ricamare le applicazioni (ho usato Catenella argento Silke, e Anchor Metallic blu).

Punto rete: avvio il numero di catenelle necessarie. Poi inizio la prima riga (e tutte le seguenti) lavorando ancora 4 catenelle; punto l’uncinetto nella terza maglia delle catenelle di avvio (= la settima maglia a partire dall’uncinetto se conto anche le 4 catenelle di inizio giro) e vi lavoro una maglia alta

filet-inizio

poi ripeto il seguente modulo per tutta la riga: *due catenelle, salto due maglie di base, una maglia alta*. Termino con una maglia alta, volto e continuo il lavoro come per il primo giro: inizio la nuova riga sempre con 4 catenelle

filet-inizio-riga

salto le prime due maglie di base, punto l’uncinetto nella prima maglia alta “libera”, e vi lavoro ancora una maglia alta, ecc.

filet-primo-punto Ottengo così una rete costituita da file di “quadretti” vuoti.

La maglia è realizzata in quattro fasi: davanti e dietro sono lavorati dritti in un unico pezzo, con lo scollo; le maniche corte sono lavorate a parte riprendendo le maglie degli scalfi dritti. Poi ci sono i bordi a crochet e infine le applicazioni.

                 maglia-filet_fiori_mercerialauratre maglia-filet-3_mercerialauratre

Taglia M/L, misure: lunghezza 51 cm, larghezza  48 cm, scalfo manica  22,5 cm, lunghezza manichina  ca 4,5 cm, scollo davanti ca 16,5 cm (incluso festone), bordo a festone ca 4 cm.  (Le misure ed il n° punti indicati di seguito sono ovviamente calibrati per me e per la mia mano; per ciascuno è necessario verificare quanti punti avviare facendo un piccolo campione del punto principale)

1) Maglia a filet _ Inizio dal fondo del dietro e avvio 112 maglie. Lavoro una prima riga a maglie alte e poi continuo a filet (= 37 quadretti) fino ad arrivare a quasi l’altezza desiderata per il dietro (mi fermo qualche centrimetro prima perché c’è un po’ di scollo – ca 5 cm – anche dietro); nel mio caso procedo per ca 41 cm (41 righe a filet), poi inizio a fare lo scollo dietro, dividendo il lavoro in due parti e procedendo separatamente sui due lati: su un lato lavoro solo sui primi 12 quadretti, poi giro il lavoro e calo (dalla parte dello scollo) di un quadretto (per calare basta lavorare solo 2 o 3 maglie per voltare invece di 4 all’inizio del lavoro, oppure lavorare solo le ultime due maglie alte – senza le 2 catenelle di mezzo – chiudendole insieme, in fondo alla riga. Al giro successivo non lavorerò più quel quadretto). Lavoro un paio di giri e al giro successivo calo ancora di un quadretto dallo stesso lato (ora ho 10 quadretti). Ho finito una metà dello scollo dietro e ora inizio lo scollo davanti: procedo lavorando dritto a filet per 6 giri (sui 10 quadretti), aumento di un quadretto verso il lato scollo e lavoro su 11 quadretti per 4 giri (per aumentare basta lavorare 5 catenelle per voltare invece di 4, e lavorare il primo punto nella prima maglia di base della riga invece che nella terza;

filet-aumento

si forma come un anellino, e al giro successivo lo lavorerò come un normale quadretto); poi aumento ancora per tre volte ogni due giri (alla fine ho 14 quadretti). Ho terminato un lato scollo; ora mi porto in pari e lavoro in modo simmetrico l’altro lato dello scollo.

A questo punto “riunisco” i due lati dello scollo con 27 catenelle (cioè lavoro il primo lato, poi faccio un numero di catenelle necessarie per riempire la parte centrale del davanti – 27 catenelle nel mio caso, pari a 9 quadretti – e di seguito il secondo lato); poi riprendo la lavorazione a filet su tutto il davanti, per un totale di ancora 37 quadretti. Procedo in modo simmetrico al dietro per la stessa lunghezza (concludo con un giro a maglie alte), e prima di cucire i lati della maglia faccio le maniche.

2) Maniche _  Sono lavorate in direzione contraria al davanti e dietro, dall’alto verso il basso, riprendendo le maglie di bordo degli scalfi per un’ampiezza di 21 righe a filet sul davanti e 21 sul dietro, ca 22,5 cm x 2 (conto le righe a partire dalla spalla; per facilitare il lavoro lascio il davanti ed il dietro non cuciti e distesi). Quindi punto l’uncinetto alla sommità di ogni maglia alta di base dello scalfo, e lavoro ancora a filet per 5 righe, calando una maglia ai lati ad ogni riga (qui calo semplicemente non lavorando l’ultimo quadretto di ogni riga; poi il “gradino” che si forma viene “preso dentro” dalla cucitura delle maniche). Chiudo il tutto, piego in due il lavoro lungo la linea delle spalle e cucio i lati di manica (dal rovescio) e di davanti e dietro.

3) Bordi crochet _ Scelgo un motivo a festoni per rifinire tutti i bordi:

maglia-filet_bordo-festone_mercerialauratre

1° giro: alterno per tutta la riga i due moduli * 1 maglia alta, 2 catenelle, 1 maglia alta, nella stessa maglia di base*, e *una maglia bassa* . Si formano così degli archetti di 2 catenelle.

2° giro: ripeto per tutta la riga solo il modulo *1 maglia alta, 2 catenelle, 1 maglia alta, nella stessa maglia di base*, puntando l’uncinetto negli archetti di 2 catenelle del giro precedente. Si formano ancora archetti di 2 catenelle

(3° giro solo per la manica: come il 2° giro)

Ultimo giro: negli archetti di 2 catenelle del giro precedente lavoro una volta un ventaglio (*3 maglie alte, 1 pippiolino, 3 maglie alte nello stesso archetto di base*) e una volta *una maglia bassa*. Per il pippiolino:  3 catenelle, punto l’uncinetto nelle prima delle tre catenelle, e lavoro una maglia bassissima.

Per il primo giro riprendo le maglie di base del davanti e dietro così:

sullo scollo punto l’uncinetto in tutte le maglie alte di base, sia sui lati calati sia sulle parti dritte;

maglia-filet_scollo-tondo_mercerialauratre

sul bordo manica punto l’uncinetto una maglia alta di base e una no; sul fondo maglia punto l’uncinetto ogni tre maglie di base.

maglia-filet_mercerialauratre

4) Applicazioni _ Ora lavoro un fiore piatto e un po’ di foglie da spargere sul davanti.  Si  trovano molti modelli di fiori su libri e riviste e si possono anche facilmente improvvisare; questi sono adattati da un vecchio numero di Rakam…, poi li ricamo con un po’ di lamé in tinta, e li applico alla maglia.

maglia-filet-1_mercerialauratre

Fisso tutti i fili ed ho finito.