Borsa “Rustica” in ciniglione (ferri 11)

Posted on febbraio 18, 2014

2


mercerialauratre_borse-tricot_tracolla-ciniglione_3

mercerialauratre_borse-tricot_tracolla-ciniglione_3 mercerialauratre_borse-tricot_tracolla-ciniglione_4

Tutti i giorni ho appuntamento con la cagnolina Lucy che mi aspetta con ansia per la passeggiata nel boschetto.  Così con un po’ di ciniglione ecco una semplice tracolla comoda e sportiva per le nostre uscite…  Di seguito la ricetta.

passeggiata-nel-bosco_funghi-e-corteccia mercerialauratre_borse-tricot_tracolla-ciniglione_lampo passeggiata-nel-bosco-lucy passeggiata-nel-bosco-cortecce

Occorrente: filato ciniglione (io ho usato 4 gomitoli del vecchio Anatolia di Silke, gomitoli da 100 gr), che è voluminoso ma leggero (lavorandolo a maglia rasata si ottiene un effetto tipo velluto); ferri grossi (n. 11); un po’ di passamaneria; un pezzetto di fodera e una lampo (ne ho usato una grossa, n. 5 in plastica, per accentuare l’effetto “rustico”).

mercerialauratre_borse-tricot_tracolla-ciniglione_6 mercerialauratre_borse-tricot_tracolla-ciniglione mercerialauratre_borse-tricot_tracolla-ciniglione_2

Parti in maglia_ L’esterno della borsa è costituito da tre pezzi lavorati con il ciniglione ed i ferri grossi: due rettangoli (o quadrati a piacimento), uguali, che costituiranno i pannelli davanti e dietro della borsa; poi una striscia rettangolare (lunga come tre lati dei pannelli + la tracolla), che girerà tutto intorno ai pannelli a formare il fondo, i fianchi e la tracolla.

mercerialauratre_borse-tricot_tracolla-ciniglione_esterno

Misure borsa finita_Lunghezza ca 40 cm, larghezza ca 38 cm, profondità/larghezza manico ca 6 cm, lunghezza manico ca 60 cm

Pannelli davanti e dietro_Per i pannelli davanti e dietro avvio un numero di maglie in proporzione alla misura che voglio ottenere (nel mio caso 22 maglie, ma per essere sicuri bisogna fare prima un campione; faccio i pannelli un po’ più larghi della misura scelta, perché la cucitura porterà via circa 1 cm su ogni margine), e lavoro a maglia rasata (con le maglie di margine sempre a diritto) fino ad ottenere l’altezza desiderata (nel mio caso 28 righe + avvio + chiusura); intreccio. Solitamente il ferro di avvio resta un po’ più stretto del resto della lavorazione; se voglio limitare questo effetto posso avviare un paio di maglie in più, e calarle ai lati subito nel secondo ferro. Questi pannelli sono rettangolari, ma se preferisco posso sagomarli  a trapezio aumentando un po’ (o calando, se voglio una forma “che rientra” in alto) ai lati a distanza regolare.

mercerialauratre_borsa-rustica-carta1

Fondo, lati e tracolla_Come anticipato, le altre parti della borsa sono lavorate in un pezzo solo, una striscia rettangolare che avrà una lunghezza pari a:  il fondo del pannello (misuro col centrimetro oppure confronto le misure accostando le parti mentre lavoro) + 2 volte l’altezza del pannello davanti (quindi nel mio caso 28 righe x 2) + una lunghezza sufficiente per fare il manico + un piccolo margine per la cucitura. Per la larghezza della striscia, sto sui 5 – 6 cm, sempre considerando il margine per le cuciture. Così parto iniziando la striscia dalla parte corrispondente al lato inferiore del pannello (l’inizio della striscia andrà a combaciare con un angolo in basso del pannello), e lo lavoro a grana di riso (questa parte della striscia costituirà il fondo della borsa e andrà cucita al bordo in basso dei pannelli). Proseguo lavorando il resto della striscia a maglia rasata con le maglie di margine a diritto; intreccio. Fisso tutti i fili.

Lunghezza manico_Per portare la borsa a spalla lascio un 55/60 cm per il manico; se voglio portarla a tracolla devo fare il manico più lungo (prendo le misure aiutandomi con un nastro).

Cambio gomitoli_ Se ho abbastanza filato, preferisco fare il cambio di gomitolo sui lati, così da fissare i fili sui bordi all’interno della borsa, prima di mettere la fodera.

Rifiniture_ Passamaneria_Taglio un pezzo di passamaneria pari alla lunghezza della parte a maglia rasata della striscia in ciniglione, con un pezzetto in più per gli orli. Poi prima di cucire la borsa, o anche alla fine, fisso la passamaneria (ripiegando i bordi a formare gli orli) sulla mia striscia,  posizionandola a metà nel senso della lunghezza.

mercerialauratre_borse-tricot_tracolla-ciniglione_passamaneria

Cuciture_Cucio insieme dal diritto i pezzi della borsa come fosse un tessuto, lasciando i margini della cucitura sull’esterno per decorazione:

mercerialauratre_borse-tricot_tracolla-ciniglione_cuciture

fisso il fondo del pannello davanti su un margine a grana di riso della striscia di ciniglione;

mercerialauratre_borsa-rustica-carta2

proseguo la cucitura fissando insieme il lato del pannello davanti con il margine corrispondente della striscia (cucio riga per riga);

mercerialauratre_borsa-rustica-carta3

lascio libera la parte della striscia che corrisponde alla tracolla,  sul lato superiore della borsa, e concludo la cucitura dell’ultima parte della striscia (le ultime 28 righe con un po’ di margine) con l’altro lato del pannello davanti;

mercerialauratre_borsa-rustica-carta4

poi dal rovescio fisso tra di loro i lati corti della striscia, che si incontrano ad anello sull’angolo in basso della borsa.

mercerialauratre_borse-tricot_tracolla-ciniglione_manico

In modo simmetrico cucio la striscia sul dietro della borsa.

A questo punto fisso la lampo sul lato aperto in alto della borsa, ed infine metto la fodera (necessaria, perché la lavorazione è piuttosto morbida). Finito.

Note_Il fondo della borsa così resta morbido, anche se la fodera limita l’effetto “sfondamento” per i contenuti pesanti🙂 ; se voglio posso sempre mettere un fondo rigido, di cartone (ovviamente poi non posso lasciarlo quando lavo la borsa) o in materiale sintetico o cuoio, magari inserendolo nel fondo della fodera in modo che non si muova. Ci sono anche fondi forati, carini da vedere, che si possono cucire all’esterno.

Il manico in ciniglia tenderà a lascarsi andare un po’, quindi non lo farei troppo lungo. Comunque con la passamaneria, o in alternativa una fettuccia cucita all’interno, si dovrebbe limitare l’effetto.

La lampo è stata cucita anche sui lati corti (manici) del margine superiore della borsa, che così si chiude benissimo, però l’attaccatura del manico resta un po’ rigida, perciò forse è preferibile fissare la zip solo sui pannelli davanti e dietro, lasciando libere le parti laterali.

Il cardigan nelle foto è realizzato a maglia rasata in mohair Fleurdelise lavorato triplo (due fili rosa antico e un filo bianco) + un filo di lamé argento, con ferri 8: il dietro è rettangolare; i due davanti sono rettangolari con alcune diminuzioni regolari per lo scollo a V; le maniche sono dritte. Il cardigan è molto largo ed è arricciato e chiuso da un nastrino di raso fatto passare attraverso le maglie di davanti e dietro sotto le maniche.