Una primula all’uncinetto

Posted on gennaio 12, 2014

0


primula-crochet_mercerialauratre

   fiore_primula_mercerialauratreprimula-crochet_mercerialauratre

primule_mercerialauratre  disegno-primula_mercerialauratre

Dal profumo della terra e del muschio si sente subito l’aria di primula nel boschetto vicino casa! La sera ho provato a “rifarne” una all’uncinetto. Di seguito la ricetta.

lucy_mercerialauratre

A spasso nel bosco con la piccola Lucy…

Occorrente: filati sottili in tre diversi toni di giallo (anche se in foto sembrano solo due colori, ho usato lana vergine della Silke color giallo limone e giallo chiaro, e il misto Witico Silke color giallo polenta), uncinetto in proporzione, una paillette verde acido, una perlina gialla.

     Primula_crochet_filati_mercerialauratre

Amo tanto il fiorellino della Primula Vulgaris;  però non l’avevo mai guardato bene, e quindi mi ha sorpreso, perché non è così semplice come credevo, e nemmeno semplicemente giallo

  primule_3_mercerialauratre

(ci sono almeno tre toni di giallo + una sfumatura verde acido al centro, con un disegno preciso e geometrico a stella al centro del fiore). Ovviamente il mio fiore crochet è molto stilizzato ed è da perfezionare, comunque per ora è fatto così:

primula-crochet_mercerialauratre_2

per il bocciolo rotondo avvio 5 catenelle con il filato giallo limone e le chiudo ad anello con una maglia bassissima; poi faccio un giro iniziando con 4 catenelle e procedo lavorando una maglia bassa + una catenella in ogni catenella di base (ottengo 5 archetti). Chiudo il cerchio con una maglia bassissima nella 3° catenella di inizio giro. Taglio il filo.

Con il filato giallo intenso – a imitare la “stellina” a 5 punte alla base dei petali – faccio un giro lavorando un pippiolino in ogni archetto del giro precedente (per ogni pippiolino: una maglia bassissima, 3 catenelle, lavoro una maglia bassa nella prima delle 3 catenelle, una maglia bassissima, tutto nello stesso archetto); chiudo il cerchio e taglio il filo.

Con il filato giallo chiaro lavoro i 5 petali intorno ai pippiolini; inizio il giro lavorando una maglia bassissima in mezzo a due pippiolini del giro precedente; poi lavoro 3 catenelle, punto l’uncinetto di traverso nella cima del pippiolino “più vicino” e lavoro una maglia bassissima; poi altre 3 catenelle e una maglia bassissima nella base a lato del pippiolino (in pratica con le catenelle seguo i bordi del pippiolino); mi sposto con una maglia bassissima nell’archetto successivo. Proseguo nello stesso modo per tutti i pippiolini; poi comincio a sagomare i petali, lavorando maglie bassissime nelle catenelle alla base dei petali e maglie basse verso le punte: eseguo uno o due giri intorno a tutto il fiore, saltando dei punti se il lavoro si arriccia troppo. Poi concludo con uno o due giri in cui lavoro maglie bassissime alla base dei petali, maglie basse a metà petalo e mezze maglie alte sul vertice del petalo; per dare la forma dentata alla sommità del petalo, lavoro due mezze maglie alte + una maglia bassa in una delle maglie sulla punta, poi una maglia bassissima (puntando l’uncinetto nella maglia di base centrale, o anche in quella sottostante), e di nuovo due mezze maglie alte + una maglia bassa in una maglia di base. Non faccio tutti i petali uguali, e vario un po’ la forma in cima ai petali (a volte lavoro una mezza maglia alta in più, a volte in meno, sposto la lavorazione di  una o due maglie ecc).

Rifiniture: fisso i fili e poi – per ricordare la sfumatura verde chiaro dell’interno del bocciolo e il pistillo giallo crema – con ago e filo attacco una paillette verde prato e una perlina gialla. Il fiore è finito e posso fissarlo su una spillina o su un capo per decorare, magari con una o due foglioline…