Berretti “a presa rapida” (ferri 10 e 12)

Posted on dicembre 10, 2013

7


mercerialauratre_tricot_berrettoni_kadina

mercerialauratre_tricot_berrettone_kadina_legaccio mercerialauratre_tricot_berrettoni_kadina-2

 mercerialauratre_tricot_berrettoni_kadina mercerialauratre_tricot_berrettone_kadina_risvolto

A volte (quasi sempre) il freddo mi prende alla sprovvista e mi serve d’urgenza un berretto… Così ne faccio uno espresso, in un pomeriggio, con i ferri grossi e filato in proporzione. Queste sono varianti di un berrettone base fatto con filato Kadina Light Schachenmayr. Di seguito le istruzioni.

Ho scelto un modello semplicissimo da fare velocemente con due ferri e una cucitura, e con una fascia di bordura abbastanza ampia da coprire bene le orecchie ma non troppo larga per non fare passare spifferi (sono piuttosto freddolosa🙂 ). Così con questo filato (Kadina Light Schachenmayr, gomitolo da 50 gr ca 40 mt) lavoro con ferri 10 e 12, ed ho visto che per la mia misura (adulto donna) va bene avviare 40 maglie. Le diminuzioni vengono fatte lavorando insieme due maglie a diritto sul diritto e a rovescio sul rovescio, per cui sono molto semplici.

mercerialauratre_tricot_berrettone_kadina_filato mercerialauratre_tricot_berrettone_kadina

Misure del berretto finito: larghezza al ferro d’avvio ca 19 cm e larghezza a metà bordo ca 20/22 cm; lunghezza ca 20/21 cm (29,5 con il bordo doppio da ripiegare). Le misure variano un po’ a seconda dei punti usati.

Schema rapido: avvio 40 maglie (ferri 12), lavoro 10 giri di bordura (ferri 10), poi proseguo a coste o maglia rasata per 13 giri (con ferri n.12) calando dopo il bordo a distanza regolare ai ferri 5° (4 maglie), 9° (4 maglie), 11° (7 o 8 maglie), e dimezzando le maglie negli ultimi due giri.

Avvio: per avere un avvio più morbido ed elastico inizio con il ferro più grande, il 12, e con i due ferri (foto in prossimo post) (non faccio il tubolare perché il filato è molto grosso). Il bordo poi si lascerà un po’ andare con l’uso, e allora metterò un elastico se sarà il caso, ma intanto parto con 40 maglie (ne avvio 4 in più se voglio fare un bordo più  alto da risvoltare).

Bordo: con i ferri n. 10 lavoro una decina di righe con un punto a piacere, che non stringa troppo; es.coste 1/1, legaccio, grana di  riso.

 mercerialauratre_tricot_berrettone_kadina_grana-riso-2 mercerialauratre_tricot_berrettone_kadina_legaccio-2

Se voglio risvoltare il bordo, lavoro una ventina di giri invece di 10 e avvio in più 4 maglie che poi calo ai lati (una maglia ai lati dopo due ferri e ancora una maglia ai lati dopo una decina di ferri).

mercerialauratre_tricot_berrettone_kadina_bordo-coste mercerialauratre_tricot_berrettone_kadina_coste

Parte principale e chiusura: con i ferri n. 12 lavoro punti semplici come le coste larghe o la maglia rasata.

A coste larghe: proseguo dopo il bordo lavorando a coste 4/6  (4 maglie a diritto e 6 a rovescio), e distribuisco le diminuzioni così: lavoro 4 ferri a coste; al 5° ferro diminuisco una maglia  solo nelle coste a rovescio, lavorando insieme a rovescio le due maglie centrali della costa (ottengo delle coste 4/5). Lavoro altri tre ferri a coste, poi sul 9° ferro  calo una maglia solo sulle coste a diritto, lavorando insieme a diritto le due maglie centrali della costa (ottengo delle coste 3/5). Lavoro ancora un ferro a coste, poi nel ferro successivo (l’undicesimo a coste larghe) calo due maglie solo sulle coste a rovescio, così: lavoro insieme le prime due maglie e poi le ultime due maglie di ogni costa a rovescio. Negli ultimi due ferri dimezzo le maglie: al 12° ferro, sul dietro del lavoro, lascio  singole la prima e ultima maglia, e lavoro insieme a due a due le altre maglie (a rovescio su rovescio, a diritto su diritto, a rovescio nel caso di una maglia a rovescio + una a diritto); al 13° ferro, sul diritto del lavoro, lavoro insieme le maglie a due a due a diritto (negli ultimi giri quando dimezzo le maglie a  volte lascio una maglia di bordo, a volte no… non cambia molto, dipende da quante maglie ho sul ferro). Al 14° giro, taglio il filo lasciando un po’ di margine,  lo faccio passare nelle maglie sul ferro (dalla parte opposta all’ultima maglia lavorata), aiutandomi con un ago a cruna grossa  o un uncinetto, e stringendo chiudo il tutto ad anello. Poi cucio il lato e fisso i fili. Se non ho stretto bene le maglie durante gli ultimi 2 giri, i punti possono risultare un po’ troppo larghi, allora si può rimediare ripassandovi con il filo prima di fissarlo.

mercerialauratre_tricot_berrettone_kadina_punta-1

A maglia rasata (diritta o rovescia): proseguo dopo il bordo lavorando a maglia rasata a diritto o a rovescio a piacere, e distribuisco le diminuzioni così: lavoro 4 ferri a coste; al 5° ferro diminuisco per 4 volte una maglia a distanza regolare (ho calato una maglia ogni 9 ferri, partendo dalla quinta maglia, cioè come prima diminuzione lavoro insieme la 5° e 6° maglia). Al 9° ferro diminuisco ancora per 4 volte una maglia a distanza regolare (ho calato una maglia ogni 9 ferri, partendo dalla terza maglia, cioè come prima diminuzione lavoro insieme la 3° e 4° maglia). Sull’11° ferro  calo per 7 volte una maglia a distanza regolare (ho calato una maglia ogni 3 ferri, partendo dalla quarta  maglia, cioè come prima diminuzione lavoro insieme la 4° e 5° maglia). Poi procedo come per il berretto a coste, solo che lavoro a maglia rasata e diminuisco sempre lavorando insieme due maglie a diritto su diritto o a rovescio su rovescio.

mercerialauratre_tricot_berrettone_kadina_grana-riso mercerialauratre_tricot_berrettone_kadina_maglia-rasata-rovescio

Versione più “appuntita”: per avere una punta più aguzza, a cui magari attaccare una nappina o un pon pon, basta calare più gradualmente negli ultimi ferri.

mercerialauratre_tricot_berrettone_kadina_punta-3 mercerialauratre_tricot_berrettone_kadina_punta-2

Di seguito le istruzioni per il berretto in foto: avvio 40 maglie e lavoro i primi 5 ferri a legaccio con il ferro n. 10; dal sesto ferro proseguo a coste 5/5 (5 maglie a diritto e 5 maglie a rovescio) calando in questo modo:

11° ferro) calo un punto in ogni costa, così: sulle coste a diritto un accavallato semplice all’interno di due maglie; sulle coste a rovescio, due maglie insieme a rovescio all’interno di una maglia. Ottengo delle coste 4/4.

19° ferro) calo le due maglie centrali solo delle coste a rovescio (lavoro due rovesci insieme). Ottengo delle coste 4/3

23° ferro) calo due maglie solo sulle coste a rovescio (lavoro due rovesci insieme). Ottengo delle coste 4/2

25° ferro) calo una maglia in ogni costa, così: lavoro le due maglie a rovescio insieme, e lavoro insieme a diritto le due maglie centrali di ogni costa; ottengo delle coste 3/1.

26° ferro) (sul retro del lavoro) lavoro a coste, calando solo nelle coste che si presentano a rovescio (lavoro insieme a rovescio le prime due maglie di ogni costa). Sul davanti ottengo delle coste 2/1

27) chiudo