Berretto + sciarpa ciclamini (ferri 4,5 e 6)

Posted on ottobre 27, 2013

3


mercerialauratre_filati_tricot_berretto-sciarpa-ciclamino_5

   mercerialauratre_filati_tricot_berretto-sciarpa-ciclamino_2 mercerialauratre_filati_tricot_berretto-sciarpa-ciclamino

Vado matta per il colore ciclamino n. 362 (sempre Silke)… Così ecco un berretto in lana merino di questa tonalità, ed una sciarpa abbinata in colore fantasia grigio-rosa. I modelli sono proprio di base (i filati sono Merino Peo lavorato con ferri 4,5 e Superlana lavorato con ferri 6, della Silke); di seguito le “dosi”.

Ho usato: per il berretto 2 gomitoli da 50 gr di filato 100% lana merino Peo colore ciclamino (n. 362) e per la sciarpa 1 matassona da 200 gr di filato Superlana Silke colore 38 (70% lana vergine 30% acrilico). Entrambi lavabili anche in lavatrice (max 30°, ovviamente no centrifuga; comunque sono sempre da vedere le indicazioni in etichetta). Ferri n. 4,5 (con ferri più piccoli per avvio e chiusura) per il berretto e ferri 6 per la sciarpa.

mercerialauratre_filati_tricot_matassa_super-lana_silke-col38 mercerialaura_filati_tricot_merino_peo_silke_ciclamino

mercerialauratre_filati_tricot_super-lana_silke-col38_maglia-rasata mercerialauratre_filati_tricot_super-lana_silke-col38_maglia-rasata-rovescio

Sui filati: la lana merino Peo usata per il berretto è bella morbida e liscia (è adatta anche per i minibaby); il filato usato per la sciarpa è invece più grosso e sportivo. Nel colore ciclamino n. 362 è disponibile anche il filato Neveline (60% mohair), con cui si possono fare morbidissime sciarpe abbinabili al berretto (ovviamente con pelo più lungo, essendoci il mohair)

mercerialauratre_fatto-a-mano_tricot_berretto_merino_ciclamino-1 mercerialauratre_fatto-a-mano_tricot_berretto_merino_ciclamino-2

Berretto – Questo è il più basilare dei berretti di lana: in pratica un tubo a coste, che si chiude in cima.

Questo tipo di berretti si può fare indifferentemente con ferri circolari e gioco di ferri, oppure con i due ferri e cucitura sul dietro. Io preferisco questo secondo sistema, iniziando la lavorazione dal fondo del berretto. Anche se sembrano piccoli, solitamente i berretti richiedono comunque un buon numero di maglie, soprattutto se sono a coste o trecce, che “stringono” il lavoro (è sempre consigliato fare un campione con i punti che vogliamo usare); però la lavorazione a coste 1/1 (un diritto, un rovescio ripetuti) – al contrario di quella  a trecce – resta elastica ed adattabile a più misure. Per un ferro medio, come il 4 o 4,5, avvio circa 110/120 maglie (tg unica adulto). Per un ferro piccolo, come il 3 o 3,5, vado più intorno alle 150 maglie (poi dipende dalla taglia, da come voglio portarlo, se aderente o morbido ecc…)

mercerialauratre_fatto-a-mano_tricot_berretto_merino_ciclamino-3

Per questi berretti (salvo filati grossi o molto pelosi) di solito si preferisce l’avvio a tubolare, perché è più elastico e morbido (così poi non ci resta sulla fronte la “riga” per un avvio troppo stretto🙂 ), ed ha un aspetto più compatto e rifinito. A me l’inizio del tubolare tende a lasciarsi andare un po’, perciò devo avviare con ferri più piccoli di quello che userò per la parte principale del berretto.

spiegazioni lampo: con il filato merino Peo

1° – 6° ferro: tubolare (avvio 60 maglie con filo ausiliario; procedo a tubolare – quindi raddoppio il numero di maglie – con il filo di lavorazione. Lavoro con ferri più piccoli del 4,5)

7°- 66° ferro: coste 1/1 (con ferri 4,5)

Poi passando a ferri via via più piccoli:

67° ferro: sulle coste 1/1, calo una maglia ogni tre (lavoro *un rovescioun dirittoun diritto e un rovescio insieme a diritto, sempre tenendo il diritto sovrapposto al rovescio*. Se la riga inizia con un diritto, lo lavoro così com’è);  ottengo delle coste 2/1 (due diritti e un rovescio).

68° ferro: lavoro le maglie come si presentano;

69° ferro: sulle coste 2/1, calo una maglia ogni due (lavoro * un dirittoun diritto e un rovescio insieme a diritto, sempre tenendo il diritto sovrapposto al rovescio*); ottengo una riga tutta a diritto.

mercerialauratre_fatto-a-mano_tricot_berretto_merino_ciclamino-5 mercerialauratre_fatto-a-mano_tricot_berretto_merino_ciclamino-6

mercerialauratre_fatto-a-mano_tricot_berretto_merino_ciclamino-7

70° ferro: sulla maglia rovescia, dimezzo le maglie, lavorando le maglie due a due insieme a rovescio.

71° ferro: chiusura (taglio il filo lasciando il margine adeguato, lo passo nella cruna di un ago, e passo l’ago con filo  attraverso le maglie rimaste sul ferro, dal lato opposto a quello da cui proviene il filo; tiro bene e chiudo il lavoro ad anello, ed eventualmente ripeto una seconda volta la chiusura). Fisso il filo e cucio il berretto; fisso i fili sospesi.

mercerialauratre_fatto-a-mano_tricot_berretto_merino_ciclamino-8 mercerialauratre_fatto-a-mano_tricot_berretto_merino_ciclamino-9

mercerialauratre_fatto-a-mano_tricot_berretto_merino_ciclamino-10

Ne viene un berretto (lunghezza ca 27 cm, da risvoltare) della mia misura;

 essendo a coste, il berretto è comunque  piuttosto elastico.

Sciarpa_ per la sciarpa “sciolgo” la matassa Superlana e ne faccio un gomitolone, poi con i ferri n. 6 avvio 34 maglie e lavoro 5 o 6 ferri a legaccio;

mercerialauratre_filati_tricot_super-lana_silke-col38_sciarpa


Lunghezza di metà sciarpa

 procedo a maglia rasata tenendo un bordo di 5 maglie  a legaccio  su entrambi i lati  (nel primo giro a maglia rasata calo una maglia sia a destra sia a sinistra, all’interno del bordo laterale, per evitare  che il lavoro si allarghi dopo l’avvio).

Proseguo fino ad esaurimento filato, tendone abbastanza per chiudere con un bordo a legaccio simile all’avvio, e intreccio.  Fisso i fili.

 Risulta una sciarpa larga ca 25 cm e lunga ca 120 cm.