PUNTI TRICOT traforati: 1) zig zag verticale

Posted on giugno 15, 2013

6


mercerialaura_tricot_punti_trafori_zig-zag_2

 mercerialaura_tricot_punti_trafori_zig-zag

Molti punti traforati – in particolare i motivi  simmetrici – sono semplicissimi e davvero decorativi, d’estate poi alleggeriscono  il capo lavorato rendendolo più fresco. Questo zig zag è adatto anche per i principianti, ed è un classico che ho rispolverato di recente per fare una maglia color pervinca (pubblicherò il modello – ovviamente facile e svelto – appena avrò finito la maglia).

I traforati più semplici in generale sono combinazioni di foretti lavorati  sul diritto del lavoro e ottenuti con gettati preceduti o seguiti da una diminuzione, che può essere fatta lavorando due punti insieme o con accavallato semplice a seconda del disegno che si vuole ottenere. Naturalmente il numero dei gettati alla fine deve pareggiare il numero delle diminuzioni (anche se a volte “si pareggia” su più righe invece che sulla stessa riga), se no finisce che aumentiamo o diminuiamo il numero di maglie. Poi ci si può sbizzarrire con traforati super complicati, ma li lascio per dopo…

mercerialaura_tricot_punti_trafori_zig-zag_2

Questo punto a zig zag è lavorato su multipli di 7 maglie + 1, + 2 per i vivagni (l’ho trovato anche su varie pubblicazioni sempre con modulo di 7 maglie);  si ottiene una colonnina di trafori a zig zag, per la precisione 5 trafori in diagonale verso destra, un traforo nell’angolo, poi 5 trafori in diagonale verso sinistra e così via. Vedere quanti sono i trafori per un motivo è utile perché i punti di questo tipo (cioè molto simmetrici) si memorizzano in fretta e per lavorarli non c’è bisogno di contare le maglie, basta seguire il disegno e non sbagliare il numero di ferri: ad ogni giro il traforo si sposta di una maglia, a destra o a sinistra. Bisogna fare un po’ di attenzione solo nei primi due o tre ferri per impostare il disegno.

Altra comodità è che si lavora il motivo solo sul davanti (i ferri di ritorno, o ferri pari, si lavorano sempre a rovescio).

1° ferro)      1 vivagno, * 5 diritti, 1 gettato, 2 maglie insieme a diritto*, 1 vivagno

2)      e tutti i ferri pari: a rovescio

3)      1 vivagno, * 4 diritti, 1 gettato, 2 maglie insieme a diritto, 1 diritto *, 1 vivagno.

5)   1 vivagno, * 3 diritti, 1 gettato, 2 maglie insieme a diritto, 2 diritti *, 1 vivagno

7)   1 vivagno, * 2 diritti, 1 gettato, 2 maglie insieme a diritto, 3 diritti *, 1 vivagno

9)   1 vivagno, * 1 diritto, 1 gettato, 2 maglie insieme a diritto, 4 diritti *, 1 vivagno

11) 1 vivagno, * 2 diritti, 1 gettato, 2 maglie insieme a diritto, 3 diritti *, 1 vivagno

13) 1 vivagno, * 3 diritti, 1 gettato, 2 maglie insieme a diritto, 2 diritti *, 1 vivagno

15) 1 vivagno, * 4 diritti, 1 gettato, 2 maglie insieme a diritto, 1 diritto *, 1 vivagno

Ripetere da 1

Ovviamente possiamo modificare  il modulo facendo meno o più trafori e rendendo lo zig zag più fitto o più ampio, o facendo delle varianti immediate, come le diagonali traforate :

mercerialaura_tricot_punti_trafori_diagonale

I trafori si spostano sempre verso destra o sempre verso sinistra (nella foto si distanziano di 5 maglie = 4 maglie a diritto + 2 maglie lavorate insieme a diritto)

About these ads